Grondaie di riscaldamento: installazione del sistema di riscaldamento fai-da-te

click fraud protection

In primavera e autunno inoltrato, tutti i proprietari di case si trovano ad affrontare il problema del congelamento delle rampe del tetto e del congelamento all'interno del drenaggio dell'acqua di fusione. Se non si risolve in tempo, la sicurezza delle persone e la sicurezza delle loro proprietà saranno minacciate da grandi ghiaccioli che cadono dal tetto e congelati zolle di neve.

Una buona soluzione è di scaldare le grondaie, che impediranno la formazione di ghiaccio. Questo materiale discuterà di cosa è necessario dotare il sistema di drenaggio con il riscaldamento. Vi diremo anche quali materiali sono necessari per questo e descriviamo in dettaglio l'essenza del processo.

Contenuto dell'articolo:

  • Devo scaldare lo scarico?
  • Caratteristiche della disposizione del sistema di riscaldamento
    • Tetto freddo riscaldato
    • Come riscaldare un tetto caldo?
  • Scarico dell'impianto di riscaldamento del dispositivo
    • Blocco di distribuzione e sensori
    • Controller e pannello di controllo
  • Come scegliere un cavo di riscaldamento?
    instagram viewer
    • Caratteristiche del cavo resistivo
    • Il cavo è autoregolante e le sfumature del suo lavoro
  • Calcolo del sistema di riscaldamento
  • Scegliere un posto per la posa dei cavi
  • Disposizione della tecnologia del sistema di riscaldamento
  • Errori tipici durante l'installazione del sistema
  • Conclusioni e video utili sull'argomento

Devo scaldare lo scarico?

Nei mesi invernali nella maggior parte delle regioni del nostro paese prevalgono gelate e forti piogge. Di conseguenza, grandi masse di neve si accumulano sul tetto. Un aumento della temperatura provoca il loro primo scongelamento e successivamente la fusione attiva.

Durante il giorno, l'acqua sciolta scorre verso i bordi del tetto e nelle fogne. Di notte, si blocca, il che porta alla graduale distruzione degli elementi del tetto e delle grondaie.

Congelati e ghiaccioli sul tetto

Questa immagine è tipica per la bassa stagione. Se non agisci, il ghiaccio e la neve cadranno a terra. Ciò potrebbe danneggiare la facciata, le grondaie, le auto parcheggiate in fondo.

Ai bordi del tetto si accumulano ghiaccioli e un conglomerato di neve ghiacciata e ghiaccio. Di volta in volta si rompono, minacciando la sicurezza delle persone in fondo e le loro proprietà, l'integrità del sistema di drenaggio e gli elementi della decorazione della facciata.

Per prevenire tutti questi problemi è possibile solo assicurando la rimozione graduale dell'acqua sciolta. Questo è possibile solo se i bordi riscaldati del tetto e sistema di drenaggio.

Succede che al fine di ridurre il costo del sistema di riscaldamento è posto solo sulla superficie del tetto. Il proprietario è pienamente convinto che ciò sarà abbastanza

Tuttavia, questo non è il caso. L'acqua scorrerà nelle grondaie e nei tubi, dove si congelerà alla fine della giornata, poiché non c'è riscaldamento lì. Gli scarichi saranno ostruiti dal ghiaccio, quindi non saranno in grado di ricevere acqua di fusione. Inoltre, c'è il pericolo di danni meccanici.

Pertanto, al fine di ottenere un buon risultato, è necessario dotare il riscaldamento del tetto e gli scarichi che lo circondano. Nella maggior parte dei casi, il cavo di riscaldamento è montato sulla gronda del tetto, all'interno delle grondaie dello scarico e negli imbuti, nelle giunture dei frammenti del tetto, lungo le linee delle valli.

Inoltre, il riscaldamento deve essere presente lungo l'intera lunghezza dei tubi di scarico, nei serbatoi dell'acqua e nei vassoi di drenaggio.

Galleria di immagini

foto del

Non riscaldamento in inverno

Non è necessario utilizzare il cavo scaldante posato nel sistema di scarico in modo continuo. Può essere incluso in caso di pioggia, in situazioni che minacciano la comparsa di inceppamenti nel sistema.

Posa del cavo scaldante nella grondaia

Il cavo di riscaldamento negli elementi del sistema di drenaggio è disposto in linee parallele diritte, un serpente o uno zigzag. Il fissaggio è fatto da nastri di montaggio metallici fissati agli elementi del sistema in diversi punti.

Sistema di drenaggio all'aperto

Cavo di riscaldamento per evitare la formazione di ghiaccio sul sistema di drenaggio e la rottura delle sue formazioni di ghiaccio, dotare entrambi i sistemi di drenaggio interno ed esterno

Cavo di riscaldamento attorno allo scarico interno

Attorno al riser interno, il cavo scaldante viene posato in modo da coprire al massimo l'area predisposta con una pendenza verso l'imbuto.

Il dispositivo del sistema di riscaldamento nell'imbuto esterno

La posa del cavo scaldante vicino al bacino deve assicurare lo scioglimento completo della neve su un terreno di 1 m²

Installazione adiacente di cavi

Nel caso della caratteristica formazione di cumuli di neve su strutture adiacenti al tetto, lo equipaggiano anche con un cavo scaldante. La formazione di blocchi di ghiaccio che possono causare danni alla casa e ai proprietari dovrebbe essere esclusa

Cavo di riscaldamento nel tubo di scarico

il sistema di riscaldamento del cavo viene posato lungo tutto lo scarico, compresi i tubi di scarico. La poltiglia tentacolare di ghiaccio all'interno del riser può danneggiarlo.

Posa cavi nella valle del tetto

Un fattore importante nella protezione del tetto, della facciata e dei proprietari della casa dalla formazione del ghiaccio è la disposizione di tutti gli accumuli di neve con un cavo di riscaldamento, ad esempio nella valle

Non riscaldamento in inverno

Non riscaldamento in inverno

Posa del cavo scaldante nella grondaia

Posa del cavo scaldante nella grondaia

Sistema di drenaggio all'aperto

Sistema di drenaggio all'aperto

Cavo di riscaldamento attorno allo scarico interno

Cavo di riscaldamento attorno allo scarico interno

Il dispositivo del sistema di riscaldamento nell'imbuto esterno

Il dispositivo del sistema di riscaldamento nell'imbuto esterno

Installazione adiacente di cavi

Installazione adiacente di cavi

Cavo di riscaldamento nel tubo di scarico

Cavo di riscaldamento nel tubo di scarico

Posa cavi nella valle del tetto

Posa cavi nella valle del tetto

Caratteristiche della disposizione del sistema di riscaldamento

I metodi di riscaldamento di diversi tipi di coperture possono variare. Questi sono i cosiddetti tetti "freddi" e "caldi". Esaminiamo le caratteristiche di ciascuna opzione.

Tetto freddo riscaldato

Così chiamato il tetto senza isolamento termico sulle piste con una buona ventilazione. Molto spesso questi tetti si trovano in camere mansardate non residenziali. Non lasciano uscire il calore, quindi il manto nevoso non si scioglie durante l'inverno.

Per tali strutture sarà sufficiente l'installazione di grondaie di riscaldamento. La capacità lineare del cavo posato dovrebbe aumentare gradualmente. Iniziare con 20-30 watt per metro e finire 60-70 watt per metro di scarico.

Come riscaldare un tetto caldo?

Il tetto è considerato termicamente isolato. Lasciano fuoriuscire il calore, in modo che anche a basse temperature sulla superficie di un tetto caldo il manto nevoso possa sciogliersi. L'acqua risultante fluisce nei frammenti freddi del tetto e si ghiaccia e si forma il gelo. Per questo motivo, è necessario organizzare il riscaldamento del bordo del tetto.

Dispone di un tetto caldo

Il cosiddetto tetto caldo trasmette calore. Pertanto, la neve sopra le aree "calde" si scioglie, l'acqua di fusione cade sui frammenti "freddi" e si congela.

È realizzato sotto forma di sezioni di riscaldamento poste sul bordo del tetto. Sono disposti a forma di anellini di larghezza compresa tra 0,3 e 0,5 m, allo stesso tempo la potenza specifica del sistema di riscaldamento risultante dovrebbe essere compresa tra 200 e 250 W per metro quadrato. La sistemazione delle grondaie di riscaldamento è implementata in modo simile a quella utilizzata per le coperture a freddo.

Scarico dell'impianto di riscaldamento del dispositivo

Per riscaldare il tetto e le grondaie il più delle volte usava un sistema con un cavo di riscaldamento. Considera i suoi elementi principali.

Blocco di distribuzione e sensori

L'unità di distribuzione è progettata per il passaggio di cavi di alimentazione (a freddo) e di riscaldamento.

Il sito include elementi:

  • un cavo di segnale che collega i sensori all'unità di controllo;
  • cavo di alimentazione;
  • giunti speciali utilizzati per garantire la tenuta del sistema;
  • scatola di montaggio.

L'unità può essere installata direttamente sul tetto, quindi deve essere ben protetta dall'umidità.

Il sistema può utilizzare tre tipi di rivelatori: acqua, precipitazioni e temperatura. Si trovano sul tetto, nelle grondaie e nelle fogne. Il loro compito principale è raccogliere informazioni per il controllo automatico del riscaldamento.

I dati raccolti vanno al controllore, che li analizza, prende una decisione sullo spegnimento / accensione dell'apparecchiatura e seleziona la modalità operativa ottimale.

Controller e pannello di controllo

Il controller è il cervello dell'intero sistema responsabile del suo funzionamento. Nella versione più semplificata può essere qualsiasi dispositivo termostatico. In questo caso, il campo operativo minimo del dispositivo deve essere compreso tra +3 e -8 gradi C. In questo caso, il controllo e la commutazione del sistema non possono essere completamente automatizzati, ma richiederà l'intervento umano.

Regolatore per sistema di riscaldamento a grondaia

Per la completa automazione del sistema di riscaldamento richiederà un controller. Questo dispositivo raccoglie e analizza le informazioni provenienti dai sensori e corregge il funzionamento del sistema sulla base.

Un'opzione più conveniente per il funzionamento è l'uso di un dispositivo di controllo elettronico complesso con possibilità di programmazione. Tale apparecchiatura è in grado di controllare indipendentemente il processo di fusione delle precipitazioni, la loro quantità, monitorare la temperatura.

Il controller risponde rapidamente alle modifiche e prende le decisioni migliori, scegliendo la migliore modalità di funzionamento dell'apparecchiatura per il riscaldamento nelle condizioni esistenti.

Il pannello di controllo è progettato per controllare l'intero sistema e garantire la sicurezza durante il suo funzionamento.

Per la disposizione degli elementi del sito vengono solitamente utilizzati:

  • automatico di immissione trifase;
  • RCD (è un dispositivo di protezione disattivato);
  • contattore a quattro poli;
  • spia di segnalazione.

Inoltre, è necessario mettere su ogni fase un interruttore di protezione unipolare, nonché la protezione del circuito del termostato.

Inoltre, nel processo di installazione richiederà parti per il montaggio: chiodi tetto, viti, rivetti. Avrai bisogno di tubi termoretraibili e nastro di montaggio speciale.

Come scegliere un cavo di riscaldamento?

Forse l'elemento più importante del sistema può essere considerato un cavo di riscaldamento. In pratica, scegliere tra due tipi di dispositivi: cavo autoregolante e resistenza. Considerare tutti gli svantaggi e i vantaggi dell'utilizzo di entrambe le opzioni.

Caratteristiche del cavo resistivo

Differisce nella semplicità del principio di lavoro. All'interno di questo cavo c'è un conduttore metallico ad alta resistenza. Quando viene applicata l'elettricità, inizia a riscaldarsi rapidamente e rilascia calore all'oggetto riscaldato. Il sistema con un cavo resistivo è molto facile da usare e non richiede grandi spese.

Cavo di riscaldamento resistivo

Il dispositivo del cavo resistivo al riscaldamento è molto semplice. L'elemento principale "di lavoro" è il nucleo di riscaldamento. Quando la corrente passa attraverso di esso, si scalda molto rapidamente.

I principali vantaggi dell'utilizzo di questo tipo di cavo sono l'assenza di correnti di avviamento all'avviamento, il basso costo del filo resistivo e la presenza di potenza costante.

L'ultima affermazione può essere attribuita al controverso. Perché in alcuni casi, il potere costante sarà più uno svantaggio. Ciò accadrà se parti del sistema avranno bisogno di quantità diverse di calore. Alcuni di loro possono surriscaldarsi, e il resto, al contrario, riceverà meno calore.

Per regolare il grado di riscaldamento di un sistema con un cavo resistivo, sono necessari termostati o altri dispositivi.

L'efficacia e l'efficienza del funzionamento di un tale sistema dipende dalla correttezza delle loro impostazioni, quindi la realtà è spesso lungi dall'essere desiderata. In questo cavo resistivo è molto inferiore autoregolante.

Gli esperti raccomandano di stendere un cavo resistivo per area quando possibile. Questa varietà è caratterizzata dalla presenza di un filo riscaldante di nichelcromo. La sua capacità di funzionamento non dipende dalle dimensioni, se necessario, il cavo può essere tagliato.

Inoltre, i vantaggi del cavo scaldante includono facilità di installazione e funzionamento a lungo termine.

Il cavo è autoregolante e le sfumature del suo lavoro

Differisce dispositivo più complesso. All'interno di tale cavo ci sono due fili di riscaldamento, attorno ai quali c'è una matrice speciale. "Regola" la resistenza del cavo a seconda di quale sia la temperatura ambiente. Più è alto, meno cavi si surriscaldano e viceversa, più è freddo, meglio si riscalda.

Cavo scaldante autoregolante

All'interno del cavo autoregolante è presente una matrice speciale in grado di modificare la resistenza del nucleo riscaldante in base alla temperatura ambiente.

I vantaggi di un cavo autoregolante sono molti. Prima di tutto, per il suo normale funzionamento non richiede l'installazione di un complesso di dispositivi di controllo: rivelatori e termostati. Il sistema si regolerà automaticamente e il surriscaldamento o il riscaldamento insufficiente, come potrebbe accadere con un cavo resistivo, non si verificherà.

Il filo autoregolante può essere tagliato. La lunghezza minima del segmento - 20 cm, le sue prestazioni non cambieranno dalla lunghezza. Nel processo di installazione, se necessario, i cavi possono essere incrociati e persino ritorti, funzioneranno come al solito. L'installazione e il funzionamento del cavo autoregolante è molto semplice. Può essere montato all'esterno o all'interno di un oggetto riscaldato.

Ci sono sistema e svantaggi. Prima di tutto, è il costo. Il cavo autoregolante è circa 2-3 volte più costoso di quello resistivo. Va tenuto presente che in operazione costerà meno. Un altro svantaggio è il graduale invecchiamento della matrice autoregolante, in conseguenza del quale il cavo autoregolante si guasta nel tempo.

Maggiori informazioni sulle caratteristiche della scelta del cavo di autoregolazione leggere ulteriormente.

Calcolo del sistema di riscaldamento

Gli esperti consigliano di scegliere cavi con una capacità di almeno 25-30 W per metro per l'impianto di riscaldamento del tetto e degli scarichi. È necessario sapere che entrambi i tipi di cavi scaldanti sono utilizzati per altri scopi. Per la disposizione dei pavimenti caldi, ad esempio, ma la loro potenza è molto più bassa.

Scarico riscaldato

Prima di procedere ai calcoli del potere, è necessario decidere come riscaldare tutti gli elementi del sistema. La figura mostra esempi della possibile organizzazione di grondaie e grondaie di riscaldamento.

Il consumo energetico è stimato in modalità attiva. Questo è il periodo in cui il sistema funziona al massimo carico. Dura un totale dall'11 al 33% dell'intero periodo di freddo, che dura convenzionalmente da metà novembre a metà marzo. Questi sono valori medi, sono diversi per ogni località. La potenza del sistema deve essere calcolata.

Per determinarlo, è necessario conoscere i parametri del sistema di drenaggio.

Facciamo un esempio di calcoli per una costruzione standard con una sezione di flusso verticale di 80-100 mm, un diametro del tubo-trench di 120-150 mm.

  • È necessario misurare con precisione la lunghezza di tutte le grondaie per il flusso d'acqua e sommare i valori risultanti.
  • Il risultato deve essere moltiplicato per due. Questa è la lunghezza del cavo che verrà posata sulla sezione orizzontale dell'impianto di riscaldamento.
  • Viene misurata la lunghezza di tutti gli scarichi verticali. I valori risultanti vengono aggiunti.
  • La lunghezza della sezione verticale del sistema è pari alla lunghezza totale delle grondaie, poiché in questo caso sarà sufficiente un'unica linea di cavi.
  • Vengono aggiunte le lunghezze calcolate di entrambe le sezioni del sistema di riscaldamento.
  • Il risultato è moltiplicato per 25. Il risultato è la potenza del riscaldamento elettrico nella modalità attiva.

Tali calcoli sono considerati approssimativi. Più precisamente, tutto può essere calcolato utilizzando uno speciale calcolatore su uno dei siti Internet. Se i calcoli indipendenti sono difficili, dovresti invitare uno specialista.

Scegliere un posto per la posa dei cavi

In realtà, il sistema di riscaldamento per gli scarichi non è così difficile, tuttavia, in modo che funzioni al massimo efficacemente, il cavo dovrebbe essere posato su tutte le aree in cui si forma il gelo e in luoghi dove si è sciolto di neve.

In copertura endov il cavo è montato verso il basso e in alto, due terzi dell'endavia. Minimo: 1 m dall'inizio della sporgenza. Ogni metro quadrato della valle deve essere di 250-300 W di potenza.

Riscaldamento a tetto piano

Sulle parti piane del tetto, il riscaldamento del frammento del tetto si trova immediatamente prima dell'installazione del bacino. L'acqua così scongelata cadrà liberamente nel tubo

Lungo il bordo della grondaia, il filo viene deposto sotto forma di un serpente. Il passo del serpente per tetti morbidi è di 35-40 cm, su tetti rigidi è fatto un multiplo del modello. La lunghezza degli anelli viene scelta in modo che non vi siano zone fredde sulla superficie riscaldata, altrimenti qui si formerà del ghiaccio. Il cavo viene posato sulla linea di separazione dell'acqua mediante gocciolamento. Questo può essere 1-3 thread, la scelta è fatta sulla base della progettazione del sistema.

Il cavo scaldante è montato all'interno delle grondaie. Di solito qui vengono impilati due filati, la potenza viene selezionata in base al diametro della grondaia. All'interno degli scarichi si inserisce una vena di riscaldamento. Un'attenzione particolare dovrebbe essere prestata alle condutture e agli imbuti. Di solito richiede un riscaldamento aggiuntivo.

Disposizione della tecnologia del sistema di riscaldamento

Proponiamo di studiare con le tue mani le dettagliate istruzioni di installazione per l'impianto di riscaldamento del tetto e delle grondaie. Il processo di organizzazione di un sistema di riscaldamento per scarichi include una serie di passaggi standard:

Galleria di immagini

foto del

Fase 1: installazione del cavo scaldante in base al progetto

Secondo il progetto preparato in anticipo, fissiamo il cavo, avendo installato per questo nastro di pre-assemblaggio nei punti di fissaggio. Se il progetto prevede l'installazione di un sistema antighiaccio completo, quindi, oltre agli scarichi, dotare la grondaia e la valle

Fase 2: posa di linee di riscaldamento orientate verticalmente

Iniziamo a riscaldare il cavo attraverso gli imbuti di scarico nei tubi di scarico. Lo sistemiamo nella forma da uno a tre anelli lunghi, il cui numero determina il diametro del tubo

Passaggio 3: installare il sensore di ghiaccio

Installiamo i sensori del sistema di drenaggio antigelo, registrano variazioni di umidità e temperatura sulla superficie sistema di drenaggio e trasmettere i dati al termostato, che avvia automaticamente il riscaldamento se necessario

Fase 4: installare le scatole di giunzione e l'automazione nella schermatura

Installiamo le scatole di installazione necessarie per l'ispezione, la manutenzione e la riparazione delle linee. Collegare i sensori al termostato. Portiamo e colleghiamo il sistema alla macchina nel pannello

Fase 1: installazione del cavo scaldante in base al progetto

Fase 1: installazione del cavo scaldante in base al progetto

Fase 2: posa di linee di riscaldamento orientate verticalmente

Fase 2: posa di linee di riscaldamento orientate verticalmente

Passaggio 3: installare il sensore di ghiaccio

Passaggio 3: installare il sensore di ghiaccio

Fase 4: installare le scatole di giunzione e l'automazione nella schermatura

Fase 4: installare le scatole di giunzione e l'automazione nella schermatura

Per cominciare, delineiamo i luoghi in cui verrà posato il cavo. È importante tenere conto di tutti i turni e della loro complessità. Se l'angolo di rotazione è troppo ripido, si consiglia di tagliare il cavo in parti della lunghezza richiesta e quindi collegarlo tramite giunti.

Quando si segna, ispezionare attentamente la base. Non ci dovrebbero essere sporgenze o angoli taglienti, altrimenti l'integrità del cavo sarà compromessa.

All'interno del cavo di gronda è fissato con un nastro di montaggio speciale. È fissato attraverso il filo. È preferibile scegliere un nastro il più forte possibile.

Il cavo resistivo è fissato con un nastro ogni 0,25 m, autoregolato - dopo 0,5 m. Ogni striscia di nastro viene inoltre fissata con rivetti. I loro siti di installazione sono trattati con sigillante.

Fissaggio del cavo nella grondaia

Per installare il cavo usando un nastro di montaggio speciale. Non sono raccomandati altri elementi di fissaggio. Rivetti, sigillante o schiuma vengono utilizzati per fissare il nastro.

All'interno della grondaia per fissare il cavo usando lo stesso nastro per l'installazione o il tubo termoretraibile. Per le parti di lunghezza superiore a 6 m, viene utilizzato anche un cavo metallico. Un cavo è collegato ad esso per rimuovere il carico dall'ultimo.

All'interno del cavo di riscaldamento degli imbuti è collegato al nastro e rivetti. Sul tetto - sul nastro di montaggio incollato sul sigillante o sulla schiuma di montaggio.

Una nota importante degli esperti. Potrebbe sembrare che l'adesione del materiale di copertura al sigillante o alla schiuma non sia sufficiente per una connessione affidabile. Tuttavia, è assolutamente impossibile eseguire fori per rivetti sul materiale del tetto. Nel corso del tempo, questo porterà inevitabilmente a perdite e il tetto diventerà inutilizzabile.

Scegli un posto sotto le scatole di giunzione e installali. Quindi chiamiamo e misuriamo accuratamente la resistenza di isolamento di tutte le sezioni risultanti. Inseriamo i sensori del termostato, inseriamo i cavi di alimentazione e di segnale. Ogni sensore è un piccolo dispositivo con un filo, la lunghezza di quest'ultimo può essere regolata. I rivelatori sono collocati in luoghi rigorosamente definiti.

Rafforzamento del riscaldamento nello scarico dell'imbuto

In alcune parti del sistema, è richiesto un guadagno di riscaldamento. Più cavo è montato qui. Tali aree includono un imbuto di scarico in cui il ghiaccio può accumularsi.

Ad esempio, un luogo sul tetto di una casa viene selezionato per un sensore di neve e viene selezionato un rilevatore d'acqua nel punto più basso della grondaia. Tutti i lavori sono eseguiti secondo le istruzioni del produttore. Collegare i rilevatori con il controller. Se l'edificio è grande, i sensori possono essere combinati in gruppi, che successivamente vengono alternativamente collegati a un controller comune.

Quindi, preparare il luogo in cui verrà installato il sistema di controllo automatico. Molto spesso si tratta di una scatola di distribuzione situata all'interno dell'edificio. Qui è installato il controller e il gruppo di protezione.

A seconda del tipo di controller, le sfumature della sua installazione potrebbero differire leggermente. Tuttavia, in ogni caso, avrà terminali per il collegamento di rivelatori, cavi scaldanti e per l'alimentazione.

Errore di installazione del sistema

L'immagine mostra che il cavo è fissato in uno stato "sospeso". Nel tempo, la violazione dell'installazione porterà inevitabilmente alla sua rottura e al danneggiamento del sistema di riscaldamento

Installiamo un gruppo protettivo, dopo di che misuriamo la resistenza dei cavi precedentemente montati. Ora è necessario testare lo spegnimento automatico di protezione per scoprire quanto funzioni bene le sue funzioni.

Se tutto è in ordine, programmiamo il termostato e mettiamo in funzione il sistema.

Errori tipici durante l'installazione del sistema

Gli installatori esperti evidenziano gli errori tipici che vengono spesso commessi da coloro che, per la prima volta, installano autonomamente grondaie per il riscaldamento:

  1. Errori nel design. Il più comune - ignorando le caratteristiche di un particolare tetto. Durante la progettazione, non viene prestata attenzione ai bordi freddi, alle aree calde, alle zone di sfioratore, ecc. Di conseguenza, il gelo continua a formarsi in alcune parti del tetto.
  2. Errori nel fissare il cavo scaldante: un filo mobile, "appeso" sul nastro di montaggio, fori nel tetto per gli elementi di fissaggio, l'uso del nastro, che è inteso per l'installazione di un pavimento riscaldato, sul tetto.
  3. Installazione di morsetti in plastica, progettati per lavori interni, come elementi di fissaggio. Sotto l'influenza delle radiazioni ultraviolette, diventeranno fragili e collasseranno in meno di un anno.
  4. Appendere il cavo scaldante nello scarico senza ulteriore fissaggio al cavo. Provoca la rottura del filo a causa dell'espansione termica e della gravità del ghiaccio.
  5. Installazione di cavi di alimentazione non destinati alla posa sul tetto. Di conseguenza, si verifica un'interruzione dell'isolamento, che rischia di provocare uno shock.

Gli errori includono la connessione cavo di riscaldamento nelle aree in cui non è richiesto l'uso. Il suo lavoro sarà inutile e il proprietario dovrà pagarlo.

Conclusioni e video utili sull'argomento

Informazioni interessanti sui cavi scaldanti e suggerimenti utili sulla loro installazione sono presentati nei seguenti video.

Caratteristiche del lavoro del cavo scaldante autoregolante:

Come costruire autonomamente un impianto di riscaldamento:

Installazione di impianti di riscaldamento per assemblaggio industriale:

La pratica mostra che con il freddo è necessario riscaldare gli scarichi. Questo ti dà l'opportunità di sbarazzarti del ghiaccio e garantisce protezione contro la neve improvvisa. È possibile equipaggiare un tale sistema da soli.

La cosa più difficile è calcolarla e selezionare le aree in cui è necessario posare il cavo scaldante. Questa parte del lavoro può essere affidata a professionisti. Dopo aver ricevuto i calcoli e il progetto, l'installazione successiva è facile da implementare in modo indipendente.

Vuoi fare una domanda sulla disposizione del drenaggio del riscaldamento? Si prega di scrivere sotto il blocco. Qui hai la possibilità di riportare fatti interessanti sull'argomento dell'articolo o di condividere l'esperienza della sistemazione personalizzata del riscaldamento dello scarico.

Oscuramento delle finestre sul balcone: tipi di film, criteri di selezione e caratteristiche di installazione

Oscuramento delle finestre sul balcone: tipi di film, criteri di selezione e caratteristiche di installazioneRiscaldamentoAltro

Quando fa caldo, uscire sul balcone che si trova sul lato soleggiato della casa è un'altra sfida, non sei d'accordo? E, se, ai primi piani, gli alberi che crescono nelle vicinanze salvano un po' la...

Leggi Di Più
Trucchi dacia con le tue mani da materiali di scarto: idee fotografiche, istruzioni per la realizzazione

Trucchi dacia con le tue mani da materiali di scarto: idee fotografiche, istruzioni per la realizzazioneApprovvigionamento IdricoAltro

Vuoi creare un luogo unico dal tuo cottage estivo, la cui atmosfera è satura di qualcosa di familiare e insolito? Puoi visitare negozi specializzati, ma l'assortimento è così ricco che i tuoi occhi...

Leggi Di Più
Mobili fai-da-te da pallet: idee per realizzare mobili originali + istruzioni passo passo

Mobili fai-da-te da pallet: idee per realizzare mobili originali + istruzioni passo passoRiscaldamentoAltro

In condizioni di risparmio di budget, realizzare mobili con le proprie mani dai pallet è una degna alternativa a quella acquistata. I prodotti finiti realizzati con tavole grezze, ruvide ma resiste...

Leggi Di Più
Instagram story viewer