Impianti di riscaldamento a gas di lavaggio: procedura e regole per l'esecuzione dei lavori

click fraud protection

Il riscaldamento di casa tua ha iniziato a funzionare notevolmente peggio? La caldaia deve essere accesa sempre più spesso e le bollette del gas sono in costante aumento? Non affrettarti a riparare e sostituire lo scambiatore di calore della caldaia o della batteria: il lavaggio dei sistemi di riscaldamento a gas nella maggior parte dei casi elimina tali problemi.

Questa procedura relativamente poco costosa prolungherà la vita utile e migliorerà l'efficienza di ciascun collegamento nel sistema, evitando o ritardando in modo significativo riparazioni costose. In questo articolo imparerai a conoscere i diversi modi per lavare l'impianto di riscaldamento, i loro vantaggi e svantaggi. Ti diremo anche come capire quando è necessario il lavaggio, come farlo da solo e cosa fare per far intasare molto meno il sistema.

Il contenuto dell'articolo:

  • Quando è necessario lavare l'impianto di riscaldamento?
  • Metodi di pulizia meccanica
    • Sciacquare dal rubinetto
    • Metodo di lavaggio idrodinamico
    • Pulizia con utensile pneumatico
    • Lavaggio di ogni unità con smontaggio
  • instagram viewer
  • Metodi di pulizia chimica
  • Pulizia elettroidropulsante di impianti di riscaldamento
  • Come riempire il sistema dopo il lavaggio?
  • Conclusioni e video utili sull'argomento

Quando è necessario lavare l'impianto di riscaldamento?

La procedura per il lavaggio degli impianti di riscaldamento è obbligatoria nella manutenzione delle reti di riscaldamento, la procedura per la sua attuazione è chiaramente regolata da SNiP e PPRF. La normativa consiglia la pulizia annuale, ma questa vale solo per gli impianti di teleriscaldamento.

Questi sistemi sono su larga scala e multicomponente, sono costituiti principalmente da vecchie tubazioni in acciaio e il liquido di raffreddamento viene spesso reintegrato e non sempre sufficientemente pulito. La combinazione di questi fattori rende giustificato e necessario il lavaggio annuale.

Tuttavia, i sistemi di riscaldamento privati ​​che servono una casa unifamiliare o un appartamento funzionano in condizioni diverse e quindi devono essere risciacquati secondo necessità e non annualmente.

Locale caldaia con tubi in plastica

Nei locali caldaie domestici, di norma, vengono utilizzati tubi di plastica e radiatori moderni, nonché le perdite vengono eliminate e la necessità di un rifornimento regolare - questo riduce significativamente la quantità sedimenti

È possibile determinare che il sistema deve essere risciacquato dai seguenti segni:

  1. Il radiatore si riscalda in modo non uniforme: le singole sezioni o la parte inferiore sono molto più fredde.
  2. I tubi di alimentazione in acciaio sono molto più caldi delle batterie.
  3. L'intero sistema si riscalda più lentamente di prima.
  4. Il consumo di gas è aumentato, la caldaia a controllo meccanico deve essere impostata su alta potenza più spesso.
  5. Sono comparsi suoni estranei nella caldaia o in qualsiasi parte dell'impianto.
  6. Il filtro installato nella linea di ritorno è regolarmente intasato.

Anche se hai tutti i sintomi descritti, il lavaggio non è sempre necessario: l'aerazione del sistema ha gli stessi sintomi ed è molto più facile risolverlo - attraverso Gru Mayevsky o una valvola speciale. Pertanto, prima di tutto, viene eliminata la possibilità di una camera d'aria nella parte fredda del radiatore e solo allora viene scelto il metodo di pulizia.

Trascurando il lavaggio tempestivo dell'impianto di riscaldamento, rischi non solo di pagare troppo per il gas. Accumulandosi nello scambiatore di calore della caldaia, le particelle solide surriscaldano il metallo e ne provocano la combustione. Inoltre, il raid è in grado di rendere invalidi pompa di circolazione, vaso di espansione, caldaia, causare perdite.

Tubi di riscaldamento intasati

Senza sciacquare, i tubi possono essere completamente ricoperti di placca e ruggine e la caldaia diventerà. La penetrazione di tali guarnizioni nella pompa porta alla rottura.

D'altra parte, pulire troppo spesso, soprattutto con prodotti chimici, può fare più male che bene. Innanzitutto, la superficie interna della tubazione e tutte le connessioni si consumano più velocemente. In secondo luogo, il refrigerante fresco trasporta una nuova porzione di sali e aria, che provoca una nuova ondata di corrosione.

La pulizia meno comune è per gli impianti con tubi in plastica e radiatori in alluminio, perché non formano ruggine. Tuttavia, non escludono il calcare e quindi non dovresti dimenticare completamente il risciacquo.

Metodi di pulizia meccanica

L'azione meccanica sui depositi è più sicura per i tubi rispetto all'azione chimica, ma non è sempre possibile lavare il sistema in un metallo puro utilizzando questi metodi. Tuttavia, la pulizia meccanica è popolare grazie alla sua disponibilità ed efficienza per la placca non troppo densa, nelle reti private è abbastanza.

Quando ti pulisci, la cosa principale è non fare del male. Non smontare il sistema se non si è sicuri di poterlo montare senza perdite e, quando si sceglie un agente di lavaggio, osservare rigorosamente i materiali appropriati e i tempi di esposizione consigliati.

Ispezione del riscaldamento con una termocamera

Per diagnosticare più accuratamente il problema dell'intasamento dell'impianto di riscaldamento e della sua localizzazione, utilizzare una termocamera o un pirometro e aprire anche il circuito per valutare il tipo di depositi

La scelta del metodo di lavaggio dipende da molti fattori:

  1. Materiale del radiatore e del tubo. La ruggine solida si forma sull'acciaio, sulla ghisa - un rivestimento oleoso scuro, nella plastica può esserci solo calcare o muco a bassa pressione e temperatura, ad esempio, riscaldamento a pavimento.
  2. Circolazione forzata o gravitazionale del liquido di raffreddamento. Maggiore è la pressione nel sistema, minori sono i depositi sulle pareti e più dense sono.
  3. Il tipo e lo spessore dei depositi: è facile da determinare dopo aver aperto il sistema.
  4. Età del sistema e tempo dell'ultimo lavaggio. Fino a 3-5 anni, anche la ruggine è abbastanza allentata e può essere rimossa facilmente.
  5. La presenza e lo stato dei filtri.
  6. L'ubicazione della caldaia e le caratteristiche strutturali dell'impianto: disponibilità caldaia a riscaldamento indiretto, condutture di forme complesse, la lunghezza totale della conduttura, ecc.

I dipendenti di servizi specializzati possono prendere in considerazione tutti questi parametri del tuo sistema, condurre la diagnostica con una termocamera e scegliere i metodi di pulizia più razionali.

Sciacquare dal rubinetto

Il modo più semplice per risciacquare è aprire il circuito di riscaldamento e far scorrere l'acqua del rubinetto attraverso di esso. Per fare ciò, chiudere i rubinetti di alimentazione e uscita dell'acqua dalla caldaia, chiudere vaso di espansione.

Quindi il liquido di raffreddamento viene scaricato attraverso una valvola speciale nella linea di ritorno, preferibilmente in un contenitore preparato. Se prevedi di riutilizzarlo, il liquido di raffreddamento dovrà essere accuratamente filtrato.

Come rimuovere una batteria in un appartamento

Puoi lavare il radiatore nell'appartamento solo se ci sono rubinetti nei punti del suo collegamento al montante e durante la stagione di riscaldamento, avrai bisogno di un bypass

Un tubo collega il rubinetto dell'acqua e l'inizio del circuito di riscaldamento, all'uscita della caldaia. Il secondo tubo è condotto dalla valvola di scarico alla fogna.

Aprire la valvola di alimentazione dell'acqua alla massima pressione e osservare cosa scorre nella fogna. Quando l'acqua è pulita all'uscita, la sua fornitura viene interrotta.

Per una maggiore efficienza, si consiglia di scambiare i tubi e lavare l'impianto nella direzione opposta, quindi ripetere nuovamente la procedura, ma solo nella direzione opposta.

Nell'ultimo risciacquo, l'alimentazione dell'acqua non viene interrotta, ma solo ridotta e viene aperto il vaso di espansione. Quindi rimuovere il tubo di scarico, chiudere la valvola e alimentare l'impianto fino al livello desiderato. Solo dopo che l'alimentazione dell'acqua viene interrotta e la caldaia è collegata al circuito.

L'efficacia di questo metodo di lavaggio dipende dal tipo di contaminazione e dalla pressione nel sistema di approvvigionamento idrico. Se la tua acqua scorre dolcemente e senza intoppi dal rubinetto massimo aperto, tale pulizia è praticamente inutile. Tra i suoi indiscutibili vantaggi ci sono la possibilità di autolavaggio, senza attrezzature speciali, nonché lo scarico dei rifiuti direttamente nella fogna.

Metodo di lavaggio idrodinamico

Questo metodo richiede attrezzature speciali, ma è uno dei più efficaci e sicuri.

Testa idrodinamica per lavaggio tubi

La testa idrodinamica è inserita in un tubo o in una batteria e fornisce pressione direttamente agli accumuli di placca. Il metodo non è molto popolare, poiché richiede l'apertura del contorno in più punti.

L'essenza del metodo è l'uso di una testa speciale su un tubo flessibile, che forma sottili getti ad alta pressione all'interno del tubo o del radiatore. L'acqua viene fornita a questa testa attraverso una pompa e la punta stessa viene inserita nello spazio nel circuito di riscaldamento. In generale, il principio è simile a quello di un autolavaggio.

In questo modo, puoi lavare in sicurezza le aree più problematiche e difficili da raggiungere, ad esempio le sezioni inferiore e centrale di un grande radiatore. È adatto a qualsiasi materiale e tipo di contaminazione e gli scarti di lavaggio sono assolutamente sicuri. Un effetto puntiforme consente di lavare qualsiasi superficie al metallo senza utilizzare prodotti chimici, e anche di fermarsi con più attenzione nei luoghi di maggiore contaminazione.

Tra gli svantaggi del metodo vi sono la necessità di aprire il circuito di riscaldamento, organizzare il drenaggio dell'acqua nella fognatura, nonché la necessità di attrezzature speciali e una portata limitata della testa.

Pulizia con utensile pneumatico

L'aria compressa di un compressore viene spesso utilizzata per pulire qualcosa, incluso un sistema di riscaldamento. Questa opzione è sicura ed efficace e quindi popolare.

È possibile spurgare l'intero sistema contemporaneamente, nelle direzioni avanti e indietro, o le sue singole sezioni, dopo averle precedentemente smontate. La seconda opzione richiede più tempo, ma è più efficiente, soprattutto in sistemi di notevole lunghezza.

Spegnere le batterie con una pistola

Per pulire i termosifoni è possibile collegare ad essi direttamente un compressore, tramite apposita attrezzatura che miscela aria con acqua, oppure utilizzare una pistola di soffiaggio

La pulizia viene eseguita non con una pressione d'aria costante, ma con brevi impulsi con la massima pressione, se possibile, con una variazione dell'angolo di alimentazione nel tubo. Prima di riempire il sistema con un liquido di raffreddamento costante, deve essere risciacquato con acqua pulita per rimuovere tutte le particelle abbattute dalle pareti.

Oltre ai flussi turbolenti di aria compressa nei tubi vuoti, viene utilizzato anche il lavaggio idropneumatico. La sua differenza fondamentale è che l'aria viene fornita ai tubi riempiti con un refrigerante. Di conseguenza, si formano bolle, l'acqua bolle nel sistema, lavando via tutti i depositi dalle pareti. Tale lavaggio è efficace anche nei grandi sistemi multi-appartamento e, a causa del basso costo dei materiali di consumo, è diventato molto popolare.

Il lavaggio idropneumatico ad impulsi prevede la fornitura di una miscela di aria compressa e acqua in una serie di brevi colpi, utilizzando una pistola pneumatica. Dopo 60 m di condotta, o con un diametro superiore a 4 pollici, le scosse perdono la loro velocità, e quindi la loro forza distruttiva per il raid.

Risciacquo con riscaldamento a impulsi idropneumatici

Tale installazione aiuterà a pulire le aree più intasate, poiché la velocità della miscela fornita raggiunge i 1300 m / s, ma è efficace per aree relativamente piccole.

Tuttavia, negli impianti di riscaldamento privati, è la pulizia a impulsi idropneumatica che consente di ottenere i migliori risultati, pulendo uniformemente l'intero impianto in breve tempo. Inoltre, dopo di esso non rimangono rifiuti tossici e i tubi non sono danneggiati.

Lavaggio di ogni unità con smontaggio

Se decidi di lavare l'impianto di riscaldamento nel modo più efficiente e sicuro possibile senza l'aiuto di professionisti e attrezzature speciali, è meglio smontarlo completamente. In una casa privata, è conveniente lavare tutto all'esterno, quindi scegli una giornata calda e limpida.

In autunno, poco prima di iniziare, smontare i radiatori, la pompa, il vaso di espansione, se presente, spegnere la caldaia a riscaldamento indiretto e altre apparecchiature. Ricorda dov'era quale guarnizione, o meglio, comprane di nuove al loro posto. Armatevi di tubi con adattatori, cavo di fogna, una spazzola lunga con setole metalliche, eventualmente una spazzola metallica per smerigliatrice, se disponibile, una pompa.

Prima di tutto, cerca di pulire quanti più depositi possibile con una fune metallica e spazzole. Svitare tutti i tappi dai radiatori, pulire tutti i fori e le giunzioni, ogni filettatura. Infilare il cavo e attorcigliarlo bene per pulire tutte le pareti. È conveniente pulire i tubi con una spazzola, la maniglia può essere estesa con un filo rigido.

Pulizia della batteria con una smerigliatrice

È conveniente utilizzare una spazzola metallica o una smerigliatrice con un tale ugello per estremità, punti di collegamento al circuito di riscaldamento o per l'installazione di spine

Dopo aver pulito ogni elemento, sciacquarlo con acqua pulita collegando un tubo flessibile dalla rete idrica e tappando i fori non necessari nei radiatori. Passare la pressione dell'acqua sia in avanti che in retromarcia. Ripetere la pulizia del cavo e della spazzola e risciacquare. Ripetere le procedure finché non fuoriesce acqua pulita subito dopo la pulizia.

Non dimenticare di lavare la serpentina della caldaia, basta non usare spazzole su di essa. Se c'erano molti depositi duri su altri elementi del sistema, pulire la bobina con un cavo, quindi lavarla collegando due tubi.

Dopo aver rimontato e riempito l'impianto di liquido di raffreddamento, controllare che tutti i collegamenti non presentino perdite.

Metodi di pulizia chimica

I risultati più impressionanti si ottengono con l'uso di composizioni chimiche, inoltre, tale pulizia richiede meno tempo. Tuttavia, la maggior parte dei prodotti per il lavaggio di un sistema di riscaldamento con una caldaia a gas sono a base di acidi, che possono distruggere non solo la placca, ma anche il metallo.

Pertanto, questo metodo di pulizia viene utilizzato dove altri non possono farcela e il più raramente possibile.

Tubi prima e dopo il lavaggio a secco

La pulizia chimica ripristina i tubi quasi allo stato nuovo, alcuni composti forniranno protezione per 1-3 stagioni, ma nei punti di maggior danno, potrebbe aprirsi una perdita

Quando si sceglie un agente di lavaggio chimico, prestare attenzione ai seguenti punti:

  • Materiali compatibili. I proprietari di radiatori in alluminio dovrebbero prestare particolare attenzione: la maggior parte delle composizioni è inaccettabile per loro, ma esistono soluzioni specializzate.
  • Proporzioni e tempo di utilizzo. Mettere una soluzione troppo concentrata nel sistema, o per un periodo troppo lungo, molto probabilmente lo danneggerà.
  • Tipo di sedimento. Ricorda, più tipi di depositi può rimuovere un prodotto, più è probabile che danneggi tubi, radiatori e guarnizioni sui giunti.
  • La necessità di smaltimento. È vietato scaricare molti composti nella fogna e la raccolta, la rimozione e il trattamento di un tale volume di liquido possono diventare un problema.

Come utilizzare la composizione per la pulizia chimica dell'impianto di riscaldamento è descritto in dettaglio nelle sue istruzioni. Nella maggior parte dei casi, è necessario scaricare il liquido di raffreddamento, preparare una soluzione dallo stesso volume di acqua e reagente, mescolare bene, versare nel sistema e avviare.

Di norma, la composizione dovrebbe circolare lungo il circuito da 2 a 24 ore, dopo di che deve essere scaricata e l'intero sistema deve essere risciacquato con acqua corrente pulita e riempito con un nuovo liquido di raffreddamento.

Si prega di notare che il liquido di raffreddamento con il reagente deve sempre circolare forzatamente attraverso il sistema, sotto pressione, cioè attraverso la pompa.

Lavaggio tramite pompa con contenitore

Per il lavaggio chimico di un'area separata, avrai bisogno di una pompa speciale con una capacità che, con l'aiuto di tubi, fornisce un piccolo cerchio di circolazione

È anche possibile pulire una parte del circuito di riscaldamento con un reagente, compreso scambiatore di calore della caldaia. In questo caso, è desiderabile eseguire il lavaggio nella direzione opposta al normale flusso del vettore di calore.

Tra i tipi di pulizia chimica, vale la pena evidenziare microbiologica e dispersa. Differiscono solo nelle formulazioni utilizzate: nel primo caso sono di origine biologica e non necessitano di particolari smaltimenti.

Il lavaggio a dispersione è una tecnologia nuova e avanzata, in cui i legami delle particelle di sedimento vengono distrutti e il metallo non entra in reazione.

Dopo il lavaggio disperso, all'interno dei tubi e dei radiatori si forma una pellicola che impedisce il contatto del metallo con l'acqua e la sua ossidazione e riduce anche la resistenza all'attrito. Questo film viene conservato, secondo le assicurazioni dei produttori, per 3 stagioni, il che significa che durante questo periodo il tuo sistema di riscaldamento non si ostruirà.

Pulizia elettroidropulsante di impianti di riscaldamento

Questo è un altro metodo di pulizia professionale dell'impianto di riscaldamento, in cui i dispositivi di pulizia a impulsi sono posizionati in un tubo riempito d'acqua. In questo modo, anche i tubi più trascurati possono essere puliti, indipendentemente dalla complessità della loro forma e curve, a una velocità di 1-8 m al minuto.

Decalcificazione con impulsi elettroidraulici

Questo metodo di pulizia è più spesso utilizzato per scambiatori di calore industriali, ma anche negli impianti di riscaldamento privati ​​ha dimostrato la sua efficacia.

Questo metodo pulisce completamente i tubi, fino al metallo o alla plastica, senza danneggiarli. È sicuro per le apparecchiature realizzate con qualsiasi materiale, i materiali di consumo sono economici e i rifiuti sono assolutamente sicuri. Questo metodo rimuove perfettamente i depositi di calcare, sale e calcare, tuttavia è impotente contro la ruggine.

Come riempire il sistema dopo il lavaggio?

Dopo aver lavato l'impianto di riscaldamento e aver visto quanti depositi diversi ci sono, il problema della scelta di un nuovo liquido di raffreddamento diventa particolarmente acuto. Dovrebbe contenere un minimo di impurità di sale e calcio, microrganismi e aria, perché tutto ciò provoca corrosione e forma placca sulle pareti di tubi e radiatori.

Riempire il circuito di riscaldamento direttamente dalla rete idrica è forse la scelta peggiore. Spesso è troppo duro, cioè con abbondanza di sali di vari metalli. Inoltre, trasporta in sé tutto lo sporco dai tubi del sistema di approvvigionamento idrico centrale ed è così ricco di ossigeno che a volte risulta essere bianco - con una forte pressione.

Per utilizzare tale acqua per il circuito di riscaldamento, come minimo, deve essere lasciata depositare bene in modo che tutti i gas, incluso il cloro, scompaiano e le particelle solide si depositino sul fondo. Inoltre, sarebbe bene passarlo attraverso un filtro.

Lavaggio batteria di riscaldamento

Dopo aver smontato e risciacquato il radiatore, non dovresti versare un liquido di raffreddamento con impurità, altrimenti dovrai risciacquarlo di nuovo l'anno prossimo

In alternativa, puoi usare l'acqua piovana in quanto è morbida ed economica. Tuttavia, è ancora necessaria la sedimentazione o la filtrazione. Inoltre, i microrganismi si moltiplicano spesso nell'acqua piovana, il che può influire negativamente sui radiatori.

L'acqua distillata è una buona scelta in quanto non contiene assolutamente precipitati. Inoltre, una tale scelta non è economica, perché il volume dell'impianto di riscaldamento non è di 5-10 litri, ma dieci volte di più.

Stranamente, una delle migliori opzioni è il vecchio liquido di raffreddamento, scaricato dal sistema prima del lavaggio. Tutte le impurità al suo interno che potrebbero reagire con i tubi e depositarsi sulle loro pareti lo hanno già fatto e l'aria è uscita durante il funzionamento.

È sufficiente filtrarlo accuratamente per rimuovere le particelle lavate via dalle pareti dei tubi e l'acqua distillata può essere aggiunta al livello desiderato - in questo caso ne servirà pochissima.

Scarico dell'acqua dalla batteria

Un refrigerante scuro non è sempre inadatto al riutilizzo: il colore indica solo che ha già reagito con il metallo

A volte si consiglia di riempire il circuito di riscaldamento con antigelo con speciali additivi antiruggine. In effetti, un tale liquido di raffreddamento non forma una placca, ma è costoso e la sua capacità termica e il suo trasferimento di calore sono peggiori di quelli dell'acqua. Di conseguenza, la baia è un refrigerante così costoso che pagherai sempre di più per il gas, perché il sistema non funzionerà in modo efficiente.

Tenendo conto di ciò, è possibile consigliare l'antigelo solo se il riscaldamento non viene utilizzato costantemente in inverno e non c'è la possibilità o il desiderio di scaricare ogni volta il liquido di raffreddamento. Maggiori informazioni sui vari tipi di liquido di raffreddamento per impianti di riscaldamento sono disponibili in questo materiale.

Conclusioni e video utili sull'argomento

Puoi vedere come lavare un sistema di riscaldamento che consiste interamente di riscaldamento a pavimento in questo video. Il metodo di lavaggio chimico non è stato scelto per caso, perché altre opzioni sono quasi impossibili da implementare con un tale numero di tubi, giunti e curve:

La pulizia idropneumatica di un singolo radiatore è mostrata e descritta qui:

Quando scegli un metodo di scarico per il tuo sistema di riscaldamento, cerca di trovare un equilibrio tra convenienza, prezzo e sicurezza sia per le tubazioni che per l'ambiente. Ricorda che solo tu puoi convivere con questo sistema e ripararlo nei prossimi anni.

Ogni quanto lavate il vostro impianto di riscaldamento? Usi i servizi di professionisti o lo gestisci da solo? Quale metodo di lavaggio preferisci? Partecipa alla discussione dell'argomento nel blocco sotto l'articolo.

Dimensioni delle porte interne: requisiti GOST, tavolo, un'anta e mezza e doppia, scatola, apertura, tela, esempi di calcolo

Dimensioni delle porte interne: requisiti GOST, tavolo, un'anta e mezza e doppia, scatola, apertura, tela, esempi di calcoloDecorazioneAltro

La maggior parte dei prodotti per porte è disponibile sul mercato in dimensioni standard adatte a edifici tipici. Tuttavia, ci sono cottage e nuovi edifici con aperture non standard nel muro. Dovra...

Leggi Di Più
I migliori chiudiporta per porte d'ingresso: quale scegliere, valutazione del 2023 TOP 10, recensione, pro e contro, qualità, foto, prezzo

I migliori chiudiporta per porte d'ingresso: quale scegliere, valutazione del 2023 TOP 10, recensione, pro e contro, qualità, foto, prezzoDecorazioneAltro

Di tutte le opzioni di chiudiporta, i chiudiporta d'ingresso richiedono la massima attenzione nella selezione del modello, nell'installazione e nella manutenzione. L'ingresso in una casa o in un ap...

Leggi Di Più
Regolazione del chiudiporta fai-da-te: istruzioni passo passo, foto, video

Regolazione del chiudiporta fai-da-te: istruzioni passo passo, foto, videoDecorazioneAltro

Puoi mettere il dispositivo di finitura sulla porta e usarlo così com'è, senza alcun intervento sulle impostazioni di fabbrica. Questo approccio è giustificato, poiché il rischio di regolare le imp...

Leggi Di Più
Instagram story viewer